Home » La Pietà di Michelangelo: un fiore sul letame by Franco Oliva
La Pietà di Michelangelo: un fiore sul letame Franco Oliva

La Pietà di Michelangelo: un fiore sul letame

Franco Oliva

Published December 12th 2013
ISBN :
Kindle Edition
259 pages
Enter the sum

 About the Book 

Storia, arte, religione: un capolavoro nella Roma dei Borgia. E, ancora oggi, icona della cultura universale. Michelangelo Buonarroti venne a trovarsi nel centro del girone infernale in cui si era trasformata la Roma dei Borgia, dove egli abitò eMoreStoria, arte, religione: un capolavoro nella Roma dei Borgia. E, ancora oggi, icona della cultura universale. Michelangelo Buonarroti venne a trovarsi nel centro del girone infernale in cui si era trasformata la Roma dei Borgia, dove egli abitò e lavorò per un intero quinquennio, a partire dal 1496. Lì potette verificare le nefandezze della nuova Babilonia e Sodoma contro le quali aveva sentito, commuovendosi sino alle lacrime, tuonare fra Girolamo Savonarola nei suoi incendiari sermoni dal pulpito del convento fiorentino di San Marco, prima che egli stesso bruciasse in un rogo e le sue ceneri fossero disperse nellArno. Il destino volle che toccasse proprio a lui, Michelangelo, nobilitare quel tragico periodo storico con una delle opere più pure e spirituali che mani e menti umane avessero mai realizzato: la Pietà. Un vero fiore spuntato sul letame. Un miracolo veicolato attraverso un giovane appena ventiduenne quando ottenne la commissione da un cardinale francese, garante un banchiere romano. Questo miracolo, da cinque secoli ormai, accende l’ammirazione e la venerazione delle migliaia di visitatori che ogni giorno affollano la Basilica vaticana di San Pietro, dove la statua è collocata nella prima cappella della navata di destra.Con questo capolavoro, Michelangelo Buonarroti - scultore, pittore, architetto, poeta - è entrato nella storia dellarte e dellumanità in una posizione di assoluta preminenza. La sua Pietà, la prima di quattro statue sul tema, ancora oggi muove ammirazione e commozione da parte degli esperti e dello stesso grande pubblico, come dimostra il successo della sua esposizione alla Worlds Fair di New York cinquantanni fa. E come prova anche lo sdegno provocato dallatto vandalico subito nel 1972. Il libro racconta questa storia che dura da più di cinque secoli.